Tag Archives: Sights

Bridge of Sights by giuliorc

Press “H” for View on Black

© All Right Reserved

Il ponte dei Sospiri è costruito in pietra d’Istria, in stile barocco, e fu realizzato agli inizi del XVII secolo su progetto dell’architetto Antonio Contin figlio di Bernardino Contin per ordine del doge Marino Grimani, il cui stemma vi è scolpito.
Questo caratteristico ponte di Venezia, situato a poca distanza da piazza San Marco, scavalca il rio di Palazzo collegando con un doppio passaggio il Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove, il primo edificio al mondo costruito per essere appositamente una prigione. Serviva da passaggio per i reclusi dalle suddette prigioni agli uffici degli Inquisitori di Stato per essere giudicati. Gli è stato attribuito questo nome perché la leggenda vuole che, ai tempi della Serenissima, i prigionieri, attraversandolo, sospirassero davanti alla prospettiva di vedere per l’ultima volta il mondo esterno. La leggenda però è totalmente priva di fondamento, anche perché dall’interno del ponte la visuale verso l’esterno è pressoché nulla. Il termine sospiri sta ad indicare gli ultimi respiri che i condannati emettevano nel mondo libero, perché una volta condannati nella Repubblica dei Dogi non si poteva tornare indietro.

The Bridge of Sighs is built in Istrian stone, baroque, and was built in the early seventeenth century by the architect Antonio Contin son of Bernardino Contin by order of the Doge Marino Grimani, whose coat of arms is carved.
This characteristic bridge of Venice, just a short distance from Piazza San Marco, crosses the Rio di Palazzo connecting with a double pass the Doge’s Palace to the new prisons, the first building in the world built specifically to be a prison. It served as a passage for the prisoners by these prisons to the offices of the Inquisitors of State to be judged. It was given this name because legend has it that, during the Serenissima, the prisoners, crossing it, sighed at the prospect of seeing for the last time the outside world. The legend, however, is totally without foundation, because the view from the inside of the bridge to the outside is almost nothing. The term sighs indicates the last breaths that condemned emitted in the free world because once convicted in the Republic of the Doges you could not go back.

Il comune di Venezia comprende sia territori insulari che di terraferma ed è articolato attorno ai due distinti centri di Venezia (al centro dell’omonima laguna) e di Mestre (nella terraferma). La città di Venezia è stata per più di un millennio capitale della Repubblica di Venezia e conosciuta a questo riguardo come la Serenissima, la Dominante e la Regina dell’Adriatico.
Per le peculiarità urbanistiche e per il suo patrimonio artistico, Venezia è universalmente considerata una tra le più belle città del mondo ed è annoverata, assieme alla sua laguna, tra i siti italiani patrimonio dell’umanità dall’UNESCO: questo fattore ha contribuito a farne la terza città italiana (dopo Roma e Milano) con il più alto flusso turistico, in gran parte proveniente da fuori Italia.
Il centro storico di Venezia sorge in mezzo alla laguna omonima su un totale di centodiciotto isolette, consolidate nei secoli grazie a palificazioni in legno, che ne hanno permesso l’urbanizzazione. Alcune di queste isole sono raccolte in gruppi organici tra di loro mentre altre risultano più disperse. Le 118 isolette sono separate da canali navigabili e collegate tra loro da ponti ad uso esclusivamente pedonale.
La parte storica della città viene tradizionalmente suddivisa in sei sestieri: Dorsoduro, Santa Croce, San Polo, San Marco, Cannaregio e Castello. I sestieri della città antica si articolano intorno alla doppia ansa del Canal Grande, la via d’acqua principale da cui si snoda una fitta rete di circa 158 canali minori.

The municipality of Venice island territories that includes both the mainland and is articulated around two distinct centers of Venice (at the center of the lagoon) and Mestre (on the mainland). The city of Venice has been for more than a millennium capital of the Republic of Venice and in this respect known as the Serenissima, the dominant and the Queen of the Adriatic.
For urban characteristics and for its artistic heritage, Venice is universally considered one of the most beautiful cities in the world and ranks, along with its lagoon, between the Italian heritage sites by UNESCO: this factor has helped make it the third Italian city (after Rome and Milan) with the highest flow of tourists, mostly coming from outside Italy.
The historic center of Venice is located in the middle of the lagoon of the same name out of a total of one hundred and eighteen islands, consolidated over the centuries thanks to wooden pilings, which have allowed the urbanization. Some of these islands are grouped into sets organic to each other while others are more dispersed. The 118 islands separated by canals and connected by bridges to pedestrian use only.
The historical part of the city is traditionally divided into six districts: Dorsoduro, Santa Croce, San Polo, San Marco, Cannaregio and Castello. The districts of the old city are articulated around the double bend of the Grand Canal, the main waterway which runs a network of about 158 ​​smaller canals.

via http://ift.tt/1bPYM3X